Essere Freelance

Le parole che cercavi

Posts by Claudia Zedda

Micro pause: riposati che è meglio

Micro pause: riposati che è meglio Hai presente quattrocchi? Il puffo occhialuto che dispensava quasi sempre buoni consigli ma era noioso come la predica del prete di domenica mattina presto? Ecco, mi sento un po’ così, ma tirerò avanti. Se sei una di quelle più energie ho più lavoro, le pause non fanno per me, per riposarsi c’è sempre tempo, ho una notizia. Riposarsi con micro pause sembra sia la

Continue reading…

Raccontarsi: ecco come faccio io

Raccontarsi: ecco come faccio io In questo periodo, come succede ogni anno, non  ho fissa dimora. Scrivo ovunque capita, al mare, al parco, in giardino,  sul divano con mia figlia che guarda Masha o con il gatto che mi si spalma addosso tipo protezione 50 che non la mandi via nemmeno se vuoi. Ma soprattutto cerco di leggere il più possibile. Ogni anno va così: durante l’autunno, l’inverno e la

Continue reading…

Mamma freelance: smettila di voler fare tutto

Mamma freelance: smettila di voler fare tutto Smettila subito! No, non ce l’ho con te (o forse si?). Me la sto prendendo con me stessa. In questi ultimi mesi mi sono presa un bel virus: la malattia è quella dell’illimitatezza, ma ti confesso un segreto. Sono limitata come tutti noi e in una giornata non riesco a farci stare tutto. Capita anche a te? Prendi ad esempio l’altro giorno: ero

Continue reading…

Foodblogger: consigli per diventarlo

Qualche giorno fa sono stata ospite di un importante istituto alberghiero cagliaritano: l’Azuni. Il mio ruolo era di “esperta”. In che cosa ti starai domandando tu. Esperta food blogger rispondo io, e non ti nascondo un certo orgoglio. Te lo confesso: parlare in pubblico prima mi metteva in agitazione, ora  mi stimola, mi piace. Puoi per capire quanto fossi entusiasta quando davanti a me ho trovato un pubblico foltissimo, di

Continue reading…

Successi professionali: mettili in mostra per non dimenticarli

  Alla conclusione del 2015 mi è successo qualcosa di molto strano. Mi sono sentita un pelino demotivata: avevo l’idea che l’anno appena trascorso fosse stato un po’ vuoto, completamente privo di successi, trascorso a pettinare le bambole e a lavare bibi. Ho mantenuto con me quella sensazione per un paio di giornate, accidenti a me, poi dopo qualche giorno mi sono ripresa. Ho aperto l’agenda e ho dato uno

Continue reading…