Essere Freelance

Le parole che cercavi

Category freelance

Freelance in pigiama: quando si lavora in casa

Prima di diventare quella che sono, per lo meno professionalmente, le mie esperienze lavorative mi hanno sempre portata lontana da casa. In alcuni casi il posto di lavoro stava a 20 minuti dalla mia casetta, in altri 40 o 50 minuti più in là. Quel periodo della mia vita faccio fatica a ricordarlo con precisione: quel che non si dimentica tanto facilmente è lo stress del traffico e del ritardo,

Continue reading…

Web Content Specialist: i 20 professionisti del web +1

Dando uno sguardo alla lista buttata giù, a fatica non ne dubito, dalla International Webmaster Association  (IWA), mi sembrava d’essere tornata a scuola mentre mi cercavo fra quelli che l’esame di maturità lo avevano passato. Ho dovuto rileggere la lista/graduatoria almeno due volte per trovare qualcosa che somigliasse alla mia  professione. Quell’esercito silenzioso di piccoli e grandi Web Writer sono compresi nella gigantesca categoria dei Web Content Specialist (manco la

Continue reading…

Intervista a Claudia Zedda, scrittrice, blogger e web writer

Conoscere nuovi colleghi è sempre un piacere, specie se sono simpatici e professionali come Alessandro Scuratti che proprio ieri ha pubblicato sul suo sito “Comunicare sul web” l’intervista fatta alla sottoscritta. ” L’intervista di oggi è a Claudia Zedda, scrittrice, blogger e web writer sarda. Claudia è una persona davvero piacevole e carica di energia contagiosa. Ammiro molto questa ragazza, per più motivi, che non sono solo professionali. Claudia è infatti

Continue reading…

#FF Freelance: Opportunita’ del Venerdì

Tanto per sfruttare proficuamente il fine settimana, ti segnalo questo annuncio che ho trovato sul forum GiorgioTave.it. 

Come dare la risposta giusta al commento sbagliato

E’ da un po’ che non mi capita, e ti dirò che non mi manca per niente! Oggi parliamo di quelle email e di quei commenti distruttivi che di tanto in tanto qualche “lettore” invia al blogger di buona volontà. Mai capitato di riceverne? La mia reazione agli esordi andava più meno così: leggevo la prima frase, mi iniziava a salire il sangue al cervello, saltavo le parti più noiose,

Continue reading…