Essere Freelance

Le parole che cercavi

Category mamma freelance

Le sette regole per avere successo (e diventare una persona migliore)

Il primo post del 2020 lo dedico a un libro rivolto alla crescita personale che ho amato molto e che rileggo con una frequenza che ha dell’imbarazzante. Per fortuna ho una larga stima di me, altrimenti penserei d’essere dura di comprendonio. Mi giustifica il fatto che il libro in questione è ricchissimo di stimoli: ogni volta che lo leggo o lo ascolto capisco qualcosa di nuovo su di me, sugli

Continue reading…

Il confronto: solo con te stessa

Il confronto: solo con te stessa Ciao amica cara, ciao amico bello. Di tanto in tanto risorgo dal mio torpore. Gli impegni si sono moltiplicati a vista d’occhio e una persona sensata avrebbe scelto già da tempo di chiudere il blog. Ma io, l’avrai capito, non sono una persona sensata. Per cui sto qui quando posso e mi sento felice tutte le volte che qualche lettrice o lettore mi scrive

Continue reading…

No, non ho mollato: una essere mamma freelance che resiste

No, non ho mollato: una essere mamma freelance che resiste Saranno trascorsi due giorni, forse tre, metti anche cinque. Insomma mi sveglio stravolta come al solito, impacchetto la mia dolce Rebecca alla bell’è meglio e mi siedo davanti al pc. Apro la prima mail della giornata: è molto lunga e molto carina. Chi ben comincia… A scrivermela è Marta che prima di tutto mi chiede: “Ma non avrai mollato anche

Continue reading…

Home office: arredalo in maniera funzionale

C’era una volta una freelance che aveva uno studio perfetto. Tre scrivanie comunicanti, un monitor gigante più alcuni altri piccoli, block notes ovunque, che quelli servono sempre a portata di mano, e, solo a scriverlo mi commuovo, matite sempre temperate di fresco. Ora è già tanto che le mie matite colorate la punta ce l’abbiano. Quella freelance ha avuto una figlia e il suo studio è diventato studio cameretta con

Continue reading…

Mamma freelance? Mai dire mai

  Un figlio ti cambia la linea, una figlia ti stravolge la vita e l’agenda in una miriade di modi che tu nemmeno puoi immaginare. Così capita che in macchina, anche quando sei sola, ti ascolti cantare “Il treno del nonno fa ciuf ciuf, fa ciuf ciuf, fa ciuf ciuf”, e invece che lavorare trascorri giornate cercando su Amazon quella tettarella di cui un’amica ti ha parlato. Prima di portarmi

Continue reading…