Essere Freelance

Le parole che cercavi

Bentornata Freelance: come prima cosa ingoia il rospo

  Se impari a far per prime le cose più tediose, noiose, spaventose, il resto della giornata sarà tutto in discesa. Ecco come ho affrontato il mio primo giorno di lavoro dopo settimane di vacanza. Sono rientrata a casa da due giorni. Ho voglia di scrivere. Ho voglia di fare il punto della situazione. Il mio rientro a casa è stato traumatico: me lo aspettavo! Sì lo so che tutti

Continue reading…

Blog personali: sono controproducenti?

Rieccomi emergere da qualche assolata e ventosa spiaggia sarda. La settimana scorsa ho messo in pratica i miei consigli: ho staccato la spina (per davvero) e sono partita per l’Ogliastra, che se non sei sardo probabilmente non conosci ma dovresti. E’ favolosa, si mangia benissimo e la gente è autentica e originaria. Detto questo veniamo a noi. Davanti a un bicchiere di cannonau (questo lo devi conoscere per forza) si

Continue reading…

#ufficio al mare e la legge dei rendimenti decrescenti

  Ci ho pensato a lungo e fino all’ultimo non ero sicura. Poi il fatto d’avere lavori in casa, il caldo di Cagliari, e la mia bambina che rimaneva tutto il giorno a chiedermi “Mamma ciù ciù” mi ha convinta. Ho messo due cose in valigia, chiuso il mio portatilino in borsa, messo in borsa il kindle che sta vomitando manuali, libri e quant’altro, caricato lo zaino di qualche giallo

Continue reading…

Breve manuale di risveglio per freelance dormiglioni

  Diciamo che non si tratta più di un mio problema latente. I miei risvegli hanno quasi tutti lo stesso suono: “Mamma”. “Mamma è qui” mentre mi dirigo in camera di mia figlia, impattando su (in ordine sparso) stipite della porta, scopa lasciata in giro il giorno prima, angolo del letto, scrivania appuntita che fa un male cane. Eppure ci sono alcuni giorni in cui il sole sorge limpido e

Continue reading…

4 motivi per puntare in alto

  “Punta alla luna. Anche se non ci arriverai, ti troverai tra le stelle”.  Les Brown   Di questi tempi mi frullano in testa uno sproposito di cose. Te lo sei immaginata per via del fatto che non scrivo con frequenza vero? Lo so, fammene una colpa. Forse dovrei concentrarmi su un solo sito, su un solo romanzo, su un solo genere di lavoro. Purtroppo sono fatta male: non ci

Continue reading…