Essere Freelance

Le parole che cercavi

Successi professionali: mettili in mostra per non dimenticarli

 

Alla conclusione del 2015 mi è successo qualcosa di molto strano. Mi sono sentita un pelino demotivata: avevo l’idea che l’anno appena trascorso fosse stato un po’ vuoto, completamente privo di successi, trascorso a pettinare le bambole e a lavare bibi.

Ho mantenuto con me quella sensazione per un paio di giornate, accidenti a me, poi dopo qualche giorno mi sono ripresa. Ho aperto l’agenda e ho dato uno sguardo a quel che avevo combinato nei 365 giorni precedenti.

Ti è mai successo?

Mi è bastato sfogliare dieci pagine per capire almeno due cose:

i successi si dimenticano molto più velocemente degli insuccessi;

la mia memoria fa schifo.

 

Successi professionali ti motivano

Ok mi ero dimenticata di tante cosette niente male. Che la mia memoria faccia schifo l’ho già ammesso, e me ne sono fatta una ragione, ma mi ha fatto riflettere che i miei piccoli e grandi successi li abbia messi da parte troppo rapidamente. Sai che succede? Gioia a bomba per il primo giorno, si ok, ma che vuoi che sarà per il secondo giorno, ce la possono fare tutti per il terzo, pensiamo ad altro per il quarto. Così finisce che mi dimentico le cose carine, ma le cose andate storte, quelle no, ce le ho piantate in testa tipo chiodo sul muro di casa.

Prova a sfogliare la tua agenda per vedere quante cose belle hai fatto durante i mesi scorsi. Fidati di me, ti verrà da sorridere, ti sentirai un po’ più forte, ti sentirai un professionista migliore.

 

Successi professionali: mettili in vetrina

Individuato il problema la soluzione è a portata di mano, non trovi? Se dei successi ce ne dimentichiamo troppo velocemente, forse è il caso di metterli in vetrina. Come? Ecco qualche possibilità.

 

1. Facebook, blog, instagram, pinterest, twitter: per dirla in una parola webbizziamo il successo.  Non è che dobbiamo spavoneggiare a destra e a manca, ma far sapere al mondo che siamo stati bravi, bravissimi a far qualcosa non è certo una colpa. Per farlo usa il canale che ti è più agevole: pubblica uno status su facebook, scrivi un post per il tuo blog, posta foto su instagram e pinterest oppure twitta twitta, twitta. Certo, la memoria del web è più debole della tua, ma una carriola di like da parte dei nostri amici (e nemici) aiuta sempre.

 

2.Usa la penna e mettili nero su bianco. Mi piace molto scrivere un diario personale. Mi piace da che ritenevo necessario metterci il lucchetto e nasconderlo in un posto sicuro. Oggi ho un senso della privacy meno alto, ma scrivere mi piace ancora. Insomma mette ordine nel casino che ho in testa meglio di un professionista delle pulizie. Scrivere un diario ha anche un altro grande vantaggio: mi aiuta a tenere conto delle belle cose che mi succedono e a non dimenticare le emozioni che quei successi hanno fatto nascere in me. Per altro, pare che scrivere un diario metta in moto la creatività di qualunque artista, per cui…

 

3. Il barattolo della felicità. Questa cosa è divertentissima. Sei pronta/o? Prendi un barattolo, e ogni giorno (o quasi) scrivi le cose belle che ti succedono, le cose che ti hanno fatto sorridere. Conserva il bigliettino dentro il barattolo della felicità e dopo qualche mese tuffati dentro ai ricordi. Spruzzata di motivazione e buon umore garantiti.

 

4. La lavagna dei successi. Se vuoi tenere a mente le cose grandiose che ti sono capitate durante un anno compra una lavagna (su Livingo puoi trovarne vari modelli). Va bene quella classica, nera con gessetti, quella magnetica quella con base in sughero… basta che sia una lavagna. Annota i tuoi momenti top, pinzali, appuntali e li avrai sempre davanti agli occhi.

Essere consapevoli del proprio passato è un modo infallibile per costruire il presente che desideriamo.

 

Photo Credit: Amazon.it

Leave A Comment

Your email address will not be published.